Enertronica, società operante nel settore delle energie rinnovabili, del risparmio energetico e nella progettazione e produzione di sistemi elettromeccanici, comunica di aver sottoscritto, attraverso appositi MOU (Memorandum of Understanding), la fornitura di Inverter fotovoltaici ed attività costruzione e di ingegneria in Spagna per la realizzazione di due centrali fotovoltaiche per un totale di circa 200 MW.

Gli accordi sottoscritti sono vincolanti, e sebbene includano delle condizioni sospensive tipiche del mercato, si trasformeranno in contratti definitivi nei prossimi mesi. Gli accordi prevedono che le forniture saranno effettuate nel 2018. In relazione alle attività di costruzione queste saranno in modalità BOS per un controvalore di circa Euro 14 Milioni e non prevedono, al momento, la fornitura di sistemi di ancoraggio e di moduli fotovoltaici.

La fornitura effettuata da Elettronica Santerno, invece, non si limita ai soli inverter fotovoltaici ed ai trasformatori ma contempla tutti i sistemi informatici di controllo quali SCADA e Power Plant Controller. Il valore della fornitura che sarà effettuata da Elettronica Santerno è pari a circa 10 Milioni di Euro.
Gli accordi sottoscritti hanno una particolare rilevanza per il Gruppo Enertronica perché consolidano il Backlog ordini sul 2018 oltre a prevedere contratti di assistenza e O&M di tipo pluriennale.

Di particolare importanza è l’effetto che la commessa ha su Elettronica Santerno. Le dimensioni di quest’ultima sono tali, infatti, da considerare il processo di rilancio della Elettronica Santerno praticamente concluso avendo ad oggi un Backlog ordini della divisione fotovoltaica superiore a quello di budget previsto nel piano industriale in relazione al 2018. Dal momento dell’acquisizione di Elettronica Santerno da parte del Gruppo Enertronica sono stati acquisiti, alla data odierna, ordini per circa 60 MW di competenza 2017 a cui si aggiungono i 200 MW appena citati di competenza 2018.

Il presidente ed AD di Enertronica SpA, ing. Vito Nardi, ha cosi commentato:

“Dopo un periodo di intensissimo impegno il Gruppo comincia a raccogliere i frutti degli sforzi profusi nella definizione dei nuovi assetti. Il lavoro non è concluso sia in termini di rilancio che di assestamento e soprattutto non è concluso in termini di costruzione del backlog ordini a sostegno del piano industriale. Il 2017 non è ancora terminato e per quanto siano plausibili ed attesi nuovi successi i risultati ad oggi ottenuti permettono di affrontare con maggiore serenità le insidie del mercato e gli obiettivi di un piano industriale ambizioso ma che i fatti dimostrano perfettamente alla portata del Gruppo. ”.